Promozione in Serie B1 maschile

Lavori in corso: A.A. 2018/2019

16/06/18 - Comunicato stampa

La stagione di serie B 2017/18 ha visto primeggiare la Pallavolo Saronno aggiudicandosi il primo posto in classifica e l'automatica partecipazione ai play off. La società del presidente Berlusconi non può che essere soddisfatta dei risultati ottenuti, ed in vista di una possibile promozione in serie A2 si stava già adoperando per provare a confermarne la partecipazione se il campo avesse decretato il successo degli amaretti.
Il risveglio brusco da questo sogno è stato causato principalmente da una serie di infortuni che hanno letteralmente falcidiato la squadra di coach Leidi, oltre ovviamente al livello tecnico elevato degli avversari incontrati; su tutti è giusto ricordare il grave incidente del palleggiatore Mattia Coscione poco prima dei play off, oltre a quelli di capitan Spairani e Falanga.
Ridimensionate in tempi brevi le aspettative della società, il Direttore Sportivo Roberto Munk e il Team Manager Davide Bagatin sono al lavoro per organizzare la nuova stagione 2018/19 nuovamente nella categoria di serie B.
Al timone degli amaretti, per il quarto anno consecutivo, coach Pierluigi Leidi, reduce da due annate esaltanti che hanno regalato alla Pallavolo Saronno la promozione in A2 (stagione 2016/17) e il primo posto in classifica (stagione 2017/18).
La parola d'ordine che riecheggia tra le mura del PalaDozio è solo una: RINNOVO; sì perché l'obbiettivo principale della Pallavolo Saronno per la stagione di serie B 2018/19 è quello di rinnovare quasi totalmente il roster, investendo maggiormente su giovani volti del vivaio saronnese e delle società limitrofe.
Un progetto improntato principalmente sulla filosofia del "lavorare intensamente in palestra" con un gruppo giovane che abbia la voglia di mettersi in gioco e la volontà di allenarsi a ritmi di lavoro intensi.
Il DS Roberto Munk spiega sinteticamente il nuovo progetto: "la stagione conclusa ci ha visto primeggiare nel girone senza troppe difficoltà, ma poi per complicazioni non siamo riusciti nella salita in serie A2; è stata sicuramente un'annata positiva, ma con alcune sbavature che vogliamo correggere nella prossima stagione: vogliamo riportare la cultura del lavoro in palestra, una filosofia gratificante in primis per i nostri giocatori che affronteranno la stagione con maggiore soddisfazione e motivazione nell'allenarsi, per il gruppo che lavorerà nel rispetto di ogni singolo individuo che faccia parte dello staff tecnico, della dirigenza e della squadra. Una filosofia che porti il giocatore a combattere su ogni palla sia per il risultato, sia soprattutto per il frutto del lavoro svolto in settimana in allenamento."
Gli fa eco il Team Manager Davide Bagatin: "sono soddisfatto dei risultato raggiunto sul campo, ormai questa categoria la conosciamo bene e presteremo sempre attenzione alla posizione in classifica; da questa stagione voglio che le energie di tutti siano orientate nel creare un gruppo nuovo e giovane che abbia rispetto nell'impegno proprio ed altrui, un ambiente sereno ed appagante dove il giocatore si senta protagonista della stagione all'interno di un collettivo che abbia lo stesso obbiettivo e non dia troppa importanza al nome scritto dietro la maglia, ma a quello della società."
Quindi un'attenzione maggiore a creare un ambiente sereno dove società e squadra possano collaborare per raggiungere gli obbiettivi comuni, uno spazio dove tutti possano lavorare bene e siano soddisfatti del lavoro svolto e tale soddisfazione sia la molla per raggiungere buoni risultati; in questa visione comunque non manca la conferma di nomi noti ed esperti, prosegue Bagatin:
"tre idee chiave in questo progetto: riconferma di elementi esperti e che nella scorsa stagione si sono messi in luce per il loro valore tecnico e soprattutto per la loro professionalità ed attenzione alla squadra e all'obbiettivo collettivo e non individuale, crescita di risorse giovani già testate nella scorsa stagione che avranno la possibilità di cimentarsi in prima linea quest'anno ed investimento su elementi giovani ed emergenti di altre realtà limitrofe a Saronno."



Le ultime news

10/06/18 - Under13 F - FINALE Campionato Primaverile
Pallavolo Arona - Pallavolo Saronno 0-3

( 20-25, 22-25, 23-25 )


Certe emozioni vanno ascoltate, metabolizzate, cristallizzate. E se quest'articolo vede la luce solo a distanza di una settimana dalla vittoria del "Trofeo Rosa Sport Under 13 femminile" della nostra U13 Bianca è perché sarebbe riduttivo parlare solo dell'ultima partita di una stagione trionfale! Sarebbe come parlare solo del tie-break della 5^ partita di una finale scudetto …

Dunque, ripercorriamola questa stagione: 33 partite giocate, 32 vinte, 2579 punti fatti, 1653 subiti con un quoziente punti di 1.56. Regular season conclusa a pieni punti concedendo solo 3 set. 1^ fase del Trofeo sport Rosa asfaltata concedendo solo 1 set. E si potrebbe continuare sciolinando aride statistiche che però celano qualcos'altro. Perché la Nostra squadra non è solo una squadra di pallavolo. La Nostra è una gioiosa carovana partita a settembre con a capo il coach Gigi, la Dirigente Paola, 10 bimbe che respirano pallavolo e tanti genitori riottosi e vogliosi di urlare: "Forza Saronno!!!" -con qualche eccezione che ha mostrato discreta presenza e british aplomb che comunque completano il quadro come la ciliegina sulla torta!-

Claudia, Cristina, Emma, Federica, Giulia B, Giulia G, Giulia M, Irene, Klea, Sofia hanno mostrato costante crescita emotiva e sportiva gioendo, soffrendo e comunque dimostrando appieno di essere vera squadra. Si intravede qualche eccellenza che "se son rosa fioriranno" ma il vero motore è stata la collettività in campo e fuori; e non importa chi gioca di più, chi gioca di meno: l'importante è vivere assieme la pallavolo giorno dopo giorno, partita dopo partita, fatica dopo fatica.

Il 10 giugno '18 alle 15:30 mentre irrompe l'Inno d'Italia nella scuola elementare di Cassano Magnago in un pomeriggio che somministra un assaggio dell'estate che verrà (30° e 70% di umidità), con le fanciulle disorientate ed immediatamente inorgoglite di tale importanza, con le mamme sugli spalti con le lacrime agli occhi che però non devono tradire l'emozione che si trasmetterebbe alle figlie le quali non devono tradire l'emozione che si trasmetterebbe alle mamme … si riavvolge il nastro dei ricordi di una stagione intensa che ha vissuto sugli allori di una marcia trionfale con alcuni passi falsi che, se evitati, avrebbero reso unica una stagione eccellente. Il pensiero si posa sull'ultima domenica invernale (dom 18.03.208) nel tempio della pallavolo Bustese. Mentre Giani e company concludono un allenamento di rifinitura sul campo centrale, nel campo 'B' il destino ci fa assaporare un'inaspettata, sofferta e meritata vittoria col Pro Patria Busto Uyba Vector (1-3) nella seconda fase del torneo invernale. Seguono voli pindarici, complimenti e felicitazioni che si infrangono nella peggior performance del gruppo: in un primaverile sabato di aprile (sab 07.04.2018) si vince ma si soffre contro Progetto Volley Arcobaleno. Si torna a casa con un amaro 3-2 che cambia gli equilibri, alza l'asticella della tensione e pesa come un macigno sulla prestazione che da lì ad una settimana le nostre Amarette sciolineranno nel ritorno col Pro Patria Busto Uyba Vector. Sabato 14 aprile a Saronno è quasi festa … ma l'arbitro fa 2 ore di ritardo. Si parte comunque e pronti via primo set per NOI: 25-11 !!! basta un altro set e si passa alle fasi finali. Ci arriviamo vicini ma non lo vinceremo mai … Resta l'emozione di aver sfiorato qualcosa di unico per la pallavolo femminile Saronnese e la consapevolezza che il gruppo ha dato il massimo restando unito fino alla fine…

Ma torniamo sulle ultime note dell'inno di mameli: "SIAM PRONTI ALLA MORTE L'ITALIA CHIAMO'! SSSIIIIII" e ti rendi conto che tutti sono col nodo in gola ORGOGLIOSI -con le mamme che intanto hanno perso la sfida ingaggiata con le figlie e sono con le lacrime agli occhi- delle piccole donne che giocano la loro finale conquistata riscattando le delusioni di inizio primavera.

L'arbitro fischia: si inizia contratte con diversi errori da l'una e dall'altra parte ma è chiaro che il pallino del gioco è in mano saronnese. Gli avversari non fanno nulla per incidere sulla partita: nel bene e nel male c'è solo l'azzurro delle nostre maglie. Gigi è incontenibile: sa che le piccole non stanno dando il meglio; vacillano tutte le certezze della battuta, dell'attacco da posto 2 e 4, delle pipe, della ricezione, del palleggio … sembra un disastro; squadra irriconoscibile rispetto alla fulgida vittoria della settimana precedente quando contro Orago si è toccato l'asintoto della perfezione! Ma l'emozione gioca anche contro gli avversari e il primo set è nostro: 25/20. Il secondo set viaggia sul solco del precedente ma qualche piccola ricorda come si gioca a pallavolo e "squilla" la carica: 25/22. Nel terzo set, quello più distante dall'ultima nota dell'Inno di Mameli, si gioca più sciolti: 25/23! Vittoria netta, mai in discussione e miglior giocatrice in campo IRENE! Si torna a casa felici si festeggia il trofeo conquistato e si pensa al domani, con la consapevolezza dei nostri mezzi e della nostra grande bellezza.

Speciale Play-off 2018

16/05/18 - Prima Fase - Gara 2
Pallavolo Saronno - Tipiesse Mokamore Pallavolo Cisano 0-3

( 20-25, 23-25, 15-25 )

Pallavolo Saronno: Della Pietra 2, Gaggini 9, Buratti 3, Ronzoni 5, Rigoni 9, Canzanella 8, Rudi (L), Chiofalo, Cafulli 1, Kely 2, Spairani, n.e. Guerrini, Scarpino, Guglielmo (L2)
Allenatori: Leidi, Mangiatordi

Tipiesse Mokamore Pallavolo Cisano: Sbrolla 3, Burbello 10, Milesi 7, Piccinini 12, Costa 11, Ruggeri 8, Pozzi (L), n.e. Carenini, Losa, Favero, Cereda, Oliveto (L2)
Allenatore: Zanchi

SARONNO "Se è pur vero che Saronno esce sconfitta da Gara 2 contro Cisano, è con orgoglio che diciamo che i nostri ragazzi sono usciti a testa alta." Si apre così il commento post-gara del Direttore Sportivo, Roberto Münk.
I parziali non danno comunque la misura dello sforzo profuso dalla formazione di casa, che ha saputo tener testa a Cisano fino a metà del terzo set. Poi, un crollo psicologico ha dato il via libera ai festeggiamenti dei bergamaschi, che conquistano il meritato traguardo in serie A, un anno dopo che i biancoblu lo hanno altrettanto meritatamente raggiunto.
La partenza è in salita per i ragazzi di coach Leidi, che si presentano con una formazione inedita che vede Gaggini in posto 2 a sostituire un influenzato Cafulli, arma tattica in più nel caso in cui Rudi avesse avuto difficoltà a completare la gara. Anche quest'ultimo è stato infatti vittima di un fortuito infortunio durante la settimana di preparazione, che ha limitato la sua presenza in allenamento.
In questa partita rispondono ampiamente presente i due giovani presenti nella rosa biancoblu: il palleggiatore Della Pietra e il centrale Ronzoni, che nelle singole giocate non hanno avuto difficoltà a tenere testa ai forti antagonisti.
Commenta a fine gara il DS, Roberto Münk: "Tra una settimana speriamo di recuperare tutti i titolari che al momento erano indisponibili, compreso Capitan Spairani che comunque anche questa sera ha fatto una piccola comparsata. Tutto il pubblico Saronnese, abituato ormai da tempo alle vittorie, si aspetta una reazione d'orgoglio dei nostri ragazzi.".
Tra una settimana esatta prenderà il via la Terza Fase dei playoff per la promozione in A2 e al PalaDozio busserà la formazione vice-campione in Coppa Italia, i veneti della Delta Volley Porto Viro.
Alla vigilia di Gara 1 della Terza Fase, coach Leidi ci fa il punto della situazione: "Mercoledì scorso abbiamo fatto una buona prestazione per due set, abbiamo avuto in mano la possibilità di chiudere il secondo set, ma purtroppo non l'abbiamo sfruttata. Peccato perché la prestazione di questa squadra è stata buona, con degli accorgimenti tattici nuovi ha funzionato e ha messo in difficoltà una squadra come Cisano.
"È chiaro che non recupereremo nessuno per la Terza Fase, questi sono i giocatori che abbiamo e cercheremo veramente di poter fare il meglio, per regalare ancora gioie ai nostri tifosi, che spero non si dimentichino che questa squadra ha vinto il campionato e ce la sta mettendo tutta nella sfortuna.
"La formazione di Delta Volley è molto forte, secondo me non è solida come Cisano, ha dei punti deboli nella ricezione, ha dei punti di forza nei giocatori di posto 4 che sono di un livello superiore. Noi non partiremo abbattuti e ce la metteremo tutta come sempre, con le caratteristiche che abbiamo adesso cercheremo di aggiudicarci Gara1, avendo il fattore campo dalla nostra parte e andando a giocarci Gara2 a Porto Viro con la possibilità già di chiudere i conti.
"Non sarà facile perché giochiamo contro squadre che non hanno problemi di infortuni e hanno tutti gli effettivi a disposizione; però sono certo i ragazzi ce la metteranno tutta, crediamo ancora di poter ottenere questa promozione, ce meritiamo più di tutti, con la sfortuna che abbiamo avuto!"

#PallavoloSaronno
#A2PassiDalSogno

12/05/18 - Prima Fase - Gara 1
Tipiesse Mokamore Pallavolo Cisano - Pallavolo Saronno 3-0

( 25-21, 25-11, 25-17 )

Tipiesse Mokamore Pallavolo Cisano: Sbrolla 4, Burbello 10, Milesi 7, Piccinini 9, Costa 9, Ruggeri 7, Pozzi (L), Carenini, Losa, n.e. Favero, Cereda, Oliveto (L2)
Allenatore: Zanchi

Pallavolo Saronno: Della Pietra 1, Cafulli 9, Buratti 2, Ronzoni 5, Rigoni 2, Gaggini 8, Rudi (L), Chiofalo 1, Kely 2, Spairani, Canzanella 6, n.e. Guerrini, Scarpino, Guglielmo (L2)
Allenatori: Leidi, Mangiatordi

CISANO BERGAMASCO Non riesce l'impresa per un Saronno rimaneggiato a causa dei tanti infortuni che hanno costellato tutta la stagione biancoblu. Contro infortuni, influenze e dea bendata avversa non basta la grinta, l'impegno e la voglia di vincere. Coach Leidi si affida al giovane Della Pietra in regia, un Cafulli febbricitante in posto 2, Buratti e Ronzoni al centro, Rigoni e Gaggini di banda e Rudi libero.
In avvio di gara la tensione è palpabile e le due formazioni sentono la pressione di una finale playoff, in un palazzetto stracolmo che incita le squadre. Gli Amaretti tengono valorosamente il campo e permettono a Saronno di stare attaccato al più forte Cisano per la maggior parte del primo set. La differenza però la fanno i centrali, di statura fisica e levatura tecnica superiore all'attuale roster saronnese. Il primo set va in archivio 25-21, anche a causa di qualche errore di inesperienza.
Complice l'influenza di Cafulli, la diagonale titolare del secondo parziale vede Della Pietra e Kely, coppia decisamente inedita per una partita di tale portata (in campo un '97, un '99 e un 2000). Non basta l'esperienza di Canzanella, entrato su Gaggini, e Rigoni per arginare lo strapotere fisico degli avversari. A causa di una loro difesa a standard piuttosto elevati, i ragazzi di coach Leidi non riescono ad andare oltre l'undicesimo punto nel secondo set.
Il terzo set si apre con il rientro di capitan Spairani, rientrato dopo l'infortunio per dare la carica alla squadra, ma il parziale è appannaggio dei padroni di casa per 25-17, frutto di qualche errore di troppo nel finale di partita da parte dei bergamaschi.
Il Team Manager Davide Bagatin recita dopo questa sconfitta: "Abbiamo perso una battaglia, ma non la guerra. Stasera i nostri ci hanno messo il cuore, nonostante le difficoltà di questo ultimo mese. È pur vero che per vincere a questo livello dovremmo dare tutti il 110%".
L'appuntamento per tutti gli appassionati è mercoledì 16 Maggio, per una Gara 2 che potrà farci rimanere ancora aggrappati al sogno chiamato serie A2.
#PallavoloSaronno
#A2PassiDalSogno

Le ultime news

21/04/18 - Serie B Pallavolo Saronno - PLB Negrini 3-0

( 25-15, 25-21, 25-23 )

Pallavolo Saronno: Coscione 2, Cafulli 14, Buratti 7, Ronzoni 4, Gaggini 13, Rigoni 5, Rudi (L), Kely 1, n.e. Canzanella, Della Pietra, Spairani, Guerrini, Scarpino, Guglielmo (L2)
Allenatori: Leidi, Mangiatordi

PLB Negrini: Rabezzana 1, Belzer 1, Colombini 11, Graziani 5, Rinaldi 7, Perassolo 6, Cravera (L), Cottafava 8, n.e. Pusceddu, Miola, Aime, Emontille
Allenatore: Dogliero

SARONNO Finale di stagione con -brutta- sorpresa per la Pallavolo Saronno, che d'ora in poi dovrà fare a meno del centralone napoletano Gabriele Falanga, infortunatosi martedì sera durante gli allenamenti. A vestire i panni di guardiano della rete per queste ultime sfide sará quindi il giovane Ronzoni.
I play-off per la promozione in serie A2 sono ormai alle porte e la vittoria contro PLB Negrini per
3-0 permette ai ragazzi di coach Leidi di presentarsi alle griglie di partenza come testa di serie e quindi affrontare la prima classificata del girone B. Molto probabilmente l'avversario sarà Cisano Bergamasco, in una rivisitazione dei Big Match dell'anno scorso (che hanno visto una vittoria per parte).
Complice la primavera scoppiata in tutto il suo splendore, entrambe le squadre sono alle prese con qualche problema di formazione e di forma. Fuori Falanga, Saronno si affida a Ronzoni e recupera in extremis Rudi nella posizione di libero.
Avvio perentorio degli Amaretti, che si portano a casa il primo set senza troppe difficoltà.
Nel secondo parziale la battuta biancoblu inizia ad essere meno incisiva e Acqui Terme, con palla in mano a Rabezzana, va avanti anche di 2 punti. Ci pensano le battute Kely a ristabilire la parità e a portare i suoi a vincere il set in discreta scioltezza.
Il terzo set è la fotocopia del secondo, ma con difficoltà maggiori. Sono ancora una volta le battute dell'opposto di scuola Segrate a regalare vittoria e primo posto matematico nel girone alla squadra.
#PallavoloSaronno
#A2PassiDalSogno

14/04/18 - Serie B Sant'Anna TomCar - Pallavolo Saronno 0-3

( 19-25, 20-25, 23-25 )

Sant'Anna Tomcar: Vittone, Fumagalli 5, Giraudo 6, Vajra 8, Graziana 6, Ciavarella 6, Pagano (L), Bernardi 4, Mura, Carlevaris, Robazza 4, n.e. Sangermano, Fumagalli Tanga (L2)
Allenatori: Simeon, Colombo

Pallavolo Saronno: Coscione 2, Cafulli 17, Falanga 7, Buratti 5, Rigoni 9, Gaggini 6, Guglielmo (L2), Canzanella 3, Kely, Ronzoni, n.e. Della Pietra, Spairani, Scarpino, Rudi (L)
Allenatori: Leidi, Mangiatordi

SAN MAURO T.SE Dopo la sconfitta interna subita settimana scorsa, gli Amaretti rialzano subito la testa e si rimettono in corsa per i play-off promozione di serie A2 con una chiara e netta vittoria in quel di San Mauro Torinese.
0-3 il risultato finale, frutto dei primi due set dominati da un alto livello di ricezione, grazie alla splendida forma della seconda linea.
Il terzo set invece è stato combattuto e si è chiuso 23-25 per i biancoblu, dopo essere stati sotto anche di 7 punti a metà del parziale. Qualche passaggio a vuoto in ricezione ha richiamato in campo "super" Mario Canzanella, che ha messo serenità alla squadra e ha permesso ai saronnesi di recuperare punto su punto, lasciando che fossero gli avversari a sbagliare.
Commento positivo da parte del Direttore Sportivo, Roberto Münk: "Il risultato sul campo non mente, Saronno ha giocato con un piglio completamente diverso rispetto alla partita della settimana precedente giocata tra le mura amiche del PalaDozio. I ragazzi stanno recuperando la forma migliore in vista dei play-off, che a tre giornate dal termine ci vedono matematicamente qualificati grazie anche all'inaspettata sconfitta in casa subita da Ciriè."
Sabato 21 Aprile alle ore 18:30 ospiteremo la compagine di Acqui Terme. Un'eventuale vittoria da tre punti garantirebbe agli Amaretti il primo posto matematico nel girone e quindi un ruolo di testa di serie nei play-off promozione.
#PallavoloSaronno
#A2PassiDalSogno

07/04/18 - Serie B Pallavolo Saronno - Volley Parella TO 0-3

( 18-25, 21-25, 13-25 )

Pallavolo Saronno: Coscione 1, Cafulli 6, Falanga 7, Buratti 1, Gaggini 10, Canzanella 8, Guglielmo (L2), Della Pietra, Kely 1, Ronzoni, n.e. Spairani, Rigoni, Scarpino, Rudi (L)
Allenatori: Leidi, Mangiatordi

Volley Parella TO: Filippi 3, Gerbino 13, Maletto 10, Mazzone 7, Sorrenti 10, Repetto 2, Martina (L), Enna, n.e. Tagliante, Giorgio, Mancuso, Crosasso, Piasso
Allenatori: Battocchio, Cergna

SARONNO Serata no per i biancoblu, che soccombono di fronte ad un Volley Parella che dimostra tutto il suo valore tecnico e atletico. Gli ospiti mettono in difficoltà sin dai primi punti un Saronno rimaneggiato, che oltre all'assenza ormai datata di capitan Spairani, deve fare i conti con gli infortuni di Rudi e di Rigoni (quest'ultimo tenuto a riposo precauzionale).
Torino parte subito forte e si arriva in fretta al 7-16. Cafulli dalla linea dei nove metri inforca una serie di battute che riporta sotto i suoi 17-21. Parella però cambia marcia e con un parziale di 0-7 chiude il set 18-25.
Il secondo set vede avanti gli Amaretti fino al 16-15, quando un'invasione non fischiata agli avversari spiazza i biancoblu, che si disuniscono e subiscono un altro break importante di 0-7. Saronno è in bambola e gli ospiti ne approfittano, chiudendo il set 21-25, con un buon gioco al centro.
Nel terzo parziale coach Leidi si affida a Ronzoni al posto di un Buratti non in serata e successivamente si gioca la carta del doppio cambio Della Pietra/Kely per Cafulli/Coscione. La musica però non cambia e gli ospiti chiudono meritatamente il set 13-25, mettendo nel sacco i tre punti in palio.
A questo punto del campionato la volata per i play-off diventa ancora più interessante, perché ai nostri ragazzi serve assolutamente vincere settimana prossima in quel di Novi Ligure, per mantenere un buon margine di vantaggio su Cuneo, nostra inseguitrice.
#PallavoloSaronno
#A2PassiDalSogno

24/03/18 - Serie B ETS International Caronno P.lla - Pall. Saronno 0-3

( 19-25, 16-25, 20-25 )

ETS International Caronno P.lla: Di Noia, Maiorano 3, Ravasi 8, Gambardella 7, Laneri 7, Lella 7, Altamura (L), Grisi, Quaglio, Graziani, n.e. Pierangeli, Fasol (L2)
Allenatori: Galimberti, Codarri

Pallavolo Saronno: Coscione 3, Cafulli 11, Falanga 5, Buratti 6, Gaggini 9, Rigoni 10, Rudi (L), Della Pietra, Kely 2, Ronzoni, Canzanella, Guglielmo (L2) n.e. Spairani
Allenatori: Leidi, Mangiatordi

CARONNO P.LLA Prima del fischio d'inizio, entrambe le squadre si preparano alla sfida con la fame della vittoria, e non solo perché si tratta di un derby. Saronno deve cancellare l'opaca prova con Fossano (pur coronata dalla vittoria), mentre Caronno deve rimanere aggrappata al treno salvezza, che ha ancora sei fermate, come il numero di partite che mancano alla fine del campionato.
È un Caronno ordinato a muro e difesa quello che si tiene sulla linea di galleggiamento nel primo set, fino alla metà del parziale. Poi il tasso tecnico superiore di Saronno prende il sopravvento e scava in battuta (con Rigoni) un parziale importante.
L'assenza di Rudi non si fa rimpiangere, con una prova più che positiva di Guglielmo come libero che, nonostante sia stato l'obiettivo principale degli avversari in battuta, trova il modo di mantenere alto il livello della ricezione degli ospiti. Ospiti che dopo un primo parziale concluso in scioltezza, ed un secondo concluso con ancora maggiore margine di vantaggio, si distrae all'inizio del terzo: 1-5 per i padroni di casa. Ma è un fuoco di paglia, Saronno recupera fino al 6-6 e poi, ancora con un turno in battuta di Rigoni (forse il migliore dei suoi) e di un recuperato Gaggini, si portano a distanza di sicurezza. C'è spazio meritatissimo per un doppio cambio, Kely per Cafulli e Della Pietra per capitan Coscione, cambio tattico che ha determinato le sorti del match a metà del terzo.
Trionfo meritato della truppa di Leidi, il divario tra le formazioni è stato sensibile. Mai in discussione durante tutto il match.
Adesso mancano cinque giornate, ma Saronno ha la testa alle Final Four di Coppa Italia, in programma il prossimo venerdì e sabato.
#PallavoloSaronno
#A2PassiDalSogno

10/03/18 - Serie B Volley Garlasco PV - Pallavolo Saronno 1-3

( 20-25, 25-23, 22-25, 17-25 )

Volley Garlasco: Moro A. 5, Daolio 14, Riviera 12, Antonaci 9, Moro F. 6, Monni 11, Procopio (L), Panizza, Signorelli, Cattaneo, Colombo (L2), n.e. Franzin, Menegaldo, Cecchini
Allenatore: Fumagalli

Pallavolo Saronno: Coscione 1, Cafulli 19, Buratti 6, Falanga 8, Canzanella 14, Rigoni 8, Rudi (L), Della Pietra 3, Kely 1, Gaggini, n.e. Ronzoni, Scarpino, Guglielmo (L2)
Allenatori: Leidi, Mangiatordi

GARLASCO Altra vittoria fondamentale per Saronno, che si impone 1-3 in casa di Garlasco, con un superlativo Della Pietra che si carica sulle spalle l'intera squadra e la conduce al successo.
Il primo set inizia con biancoblu in grande spolvero: fanno bene dalla riga dei 9 metri, toccano tanto a muro, Rudi gestisce in maniera impeccabile la difesa e ciò permette delle buone rigiocate. I saronnesi scappano 9-14, ma Monni e i suoi ricuciono il vantaggio e impattano sul 16 pari. Coach Leidi è costretto al time-out discrezionale e la squadra risponde piazzando un altro break (16-21). Questo garantisce tranquillità alla squadra, che deve solo gestire il finale di set chiudendo 20-25.
Nel secondo set Saronno parte un po' contratta e un turno di battuta micidiale di Andrea Moro porta avanti i padroni di casa (8-3). Gli Amaretti non riescono ad essere incisivi nelle battute e restano sempre un passo indietro rispetto a Garlasco. Coach Leidi suona la carica e i suoi ragazzi riescono a portarsi in parità 19-19, senza però riuscire a prendere il largo. Si prosegue punto a punto fino al 23, dove i padroni di casa riescono a piazzare un break importante, forti dei troppi errori della formazione saronnese e il set si chiude a favore di Garlasco 25-23.
Il terzo set si apre sulla falsariga del precedente: subito 8-5, i biancoblu non riescono ad imporre il proprio gioco e i padroni di casa scappano 16-11. Coach Leidi si gioca la carta Kely su un Cafulli affaticato e subito dopo cala il jolly Della Pietra su Coscione. Mossa vincente, che ribalta un set che sembrava già perso: il giovane palleggiatore fa la differenza dai 9 metri, con una battuta che spiazza la ricezione pavese (3 ace per lui), e permette ai suoi di ricucire lo svantaggio e portarsi avanti 20-21. La squadra riacquista compattezza di gioco, grazie anche a delle belle difese del neo-ingresso "Luchino" Della Pietra e riesce a conquistare il set 22-25.
Coach Leidi decide di affidarsi a Della Pietra anche nel quarto set, poiché la squadra aveva ripreso stabilità e tranquillità di gioco. I ragazzi di Fumagalli crollano, sbagliando tantissimo in ogni fondamentale. Canzanella e compagni mettono in scena una bella pallavolo: la seconda linea tiene bene la ricezione, il muro è piazzato e Daolio e i suoi non riescono a tenere il ritmo biancoblu. Si passa da 11-16 a 13-21 in un baleno e per Garlasco non c'è più partita; 17-25 e altri 3 punti in tasca a Saronno.
Commenta così coach Leidi a fine gara: "Era una sfida difficile, contro una squadra che, dall'arrivo di Daolio, ha inanellato 5 vittorie su 6 partite. Purtroppo quando andiamo in difficoltà tendiamo ad innervosirci l'un l'altro e senza la tranquillità si sbaglia molto; questo aspetto è ancora da migliorare, ma stasera sono contento della reazione che hanno avuto i ragazzi, si sono ricompattati e hanno vinto in modo incredibile il terzo set. È stata una vittoria importante, perché era un turno in cui potevamo pagare dazio e invece abbiamo portato a casa l'intero bottino. Le partite in calendario sono sempre meno e il vantaggio sulla seconda rimane invariato, quindi avanti così.".
EM
#PallavoloSaronno
#A2PassiDalSogno

03/03/18 - Serie B Pallavolo Saronno - Yaka Volley 3-0

( 25-19, 25-15, 25-20 )

Pallavolo Saronno: Coscione 4, Cafulli 17, Buratti 7, Falanga 5, Canzanella 11, Rigoni 7, Rudi (L), Della Pietra, Kely 1, Ronzoni, n.e. Spairani, Gaggini, Guglielmo (L2)
Allenatori: Leidi, Mangiatordi

Yaka Volley: Botta 2, Favaro 9, Tascone 5, Reggiori 4, Lualdi 7, Gasparini 7, Muselli (L), Stella, n.e. Regattieri, Roncoroni, Bollini, Aliverti, Ghilotti, Abou Zeid (L2)
Allenatori: Taiana, Manfron

SARONNO Il primo derby del girone di ritorno si chiude con una vittoria per gli Amaretti, che si impongono con un netto 3-0 che non lascia scampo a Yaka Volley, arrivato al cospetto della capolista un po' timoroso.
Nel primo set parte contratto Saronno, che con una serie di errori in battuta e nelle rigiocate, permette a Yaka di giocare la prima metà del parziale punto a punto con gli Amaretti (7-8). Buratti e compagni devono spingere sui fondamentali che sanno fare bene e così facendo riescono a scavare qualche break (16-14, 21-17). Registrata meglio la battuta flot, i ragazzi di coach Leidi mettono in difficoltà la ricezione Yakese e il muro sempre piazzato non permette agli ospiti degli attacchi incisivi. Il finale è solo da gestire per gli Amaretti, che chiudono 25-19.
Nel secondo set Saronno gioca ad un livello superiore: la battuta è ficcante, il muro sporca ogni pallone e la difesa è precisa. Coscione orchestra le rigiocate in maniera esemplare e gli attaccanti non sbagliano un colpo. Per Yaka diventa difficilissimo stare al passo degli Amaretti (8-4, 16-9), che devono solo gestire il vantaggio (21-12) e chiudere il parziale in scioltezza 25-15.
Il terzo set si apre sulla falsariga del precedente, con Cafulli e compagni che schiacciano sull'acceleratore e macinano punti su punti (16-12). Il set sembra archiviato (21-13), ma i ragazzi di coach Leidi si rilassano troppo presto e permettono a Tascone e compagni di farsi sotto (22-18). Il set comunque non è mai messo in discussione, con i biancoblu che chiudono 25-20.
Commenta così Gigi Leidi a fine gara: "Oggi la squadra finalmente ha reso bene, è forse la prima partita tranquilla che giochiamo negli ultimi due mesi. Ho visto Rigoni sbagliare una battuta sul 24-12 e arrabbiarsi a morte e questo è l'atteggiamento giusto, quello che la squadra dovrebbe avere sempre. Se riuscissimo sempre ad essere così, la nostra qualità farebbe sempre la differenza; poi c'è da dire che noi in casa siamo una vera macchina da guerra. Siamo ancora in miglioramento rispetto a settimana scorsa, anche se purtroppo non stiamo ancora bene fisicamente. Faccio i complimenti ai miei ragazzi perché, nonostante la sfortuna a livello fisico non ci abbia ancora abbandonato, stiamo tenendo un campionato ad altissimo livello, con 7 punti di vantaggio sulla seconda. Nonostante non riusciamo mai ad allenarci con il roster al completo, i ragazzi lavorano sempre bene in palestra. Spero di riuscire a recuperare qualcuno per le prossime sfide, così poi potremo iniziare a divertirci.".
Sabato prossimo trasferta importante per la Pallavolo Saronno, che andrà ad incontrare la formazione di Garlasco e troverà al di là della rete molti atleti passati da Saronno nelle scorse stagioni. Sarà necessario mantenere sempre alta la concentrazione.
EM
#PallavoloSaronno
#A2PassiDalSogno

I nostri sostenitori Vai al sito Decathlon Vai al sito Sacco SRL Vai al sito Temno Vai al sito Femar Vai al sito AIE Vai al sito Monks.it Vai al sito del Comune di Saronno Vai al sito della FIPAV Varese Vai al sito Accademia Italiana Shiatzu-do Vai al sito Transaltion.it Vai al sito Eurofed Vai al sito AZ Translation Vai al sito dpemme.it