Promozione in Serie B1 maschile

Le notizie di Marzo 2010

27/03/10 - Serie B2 Pall. Olgiate Comasco - Pallavolo Saronno 1-3

(17-25 / 25-22 / 18-25 / 19-25)

Saronno: De Caro 3, Bagatin 20, Loparco 8, Gerbella 15, Rossi 8, Crescini 2, Giudici (L), Grisoli 2, De Finis 2, Di Benedetto 1, n.e. Munk, Bozza. All. Gervasoni

La Cupola è violata. Nel momento in cui le prime della classe sembrano aver innestato la marcia più alta, Saronno passa indenne dalla trasferta di Olgiate, rimane attaccato al quartetto iniziale, tiene a un punto Costa Volpino e si prepara alla volata finale. Olgiate era gara delicata, perché i padroni di casa venivano da un periodo difficile e perché il piccolo derby delle due provincie limitrove è gara sentita e infarcita di ex. Eppure è Saronno a mettere in campo una prestazione in linea con quelle di prima di Natale, e staccare un 3 a 1 davvero pesante.
L'inizio è contratto, con Olgiate che sbaglia molto e Saronno che trova la fluidità di gioco che mancava da tempo: Bagatin infermabile in palla break, ricezione sicura di Crescini e Giudici, Ale Rossi pungente e la coppia di centrali Lparco e Gerbella ben imbeccati da De Caro. Tutto troppo facile, e infatti il giocattolo si inceppa a metà del secondo set: si passa dal 14-11 per Saronno al 19-16 per Olgiate, con qualche errore di troppo ospite in fase di rigiocata e i posti 4 comaschi scatenati. Saronno però ha benzina in corpo da vendere, e nel terzo set riparte di slancio, aumentando il peso del muro (4 nel parziale, come nel set finale), trovando gli innesti di Grisoli e De Finis in posto 4 e bilanciando con Gerbella la marcatura su Bagatin.
Il quarto parziale è purtroppo sporcato da almeno un paio di decisioni arbitrali che fanno infuriare Olgiate: i padroni di casa perdono il filo del gioco, Saronno si getta sulla preda e con i turni in battuta di De Caro e De Finis scava un solco incolmabile per la formazione di Iosi.

"Risultato molto positivo al termine di una prestazione molto positiva - commenta coach Gervasoni - Temevo l'orgoglio di Olgiate e le difficoltà di giocare alla Cupola, e invece abbiamo sfoderato una prestazione davvero concreta in una giornata in cui avevamo davvero molto da perdere. Peccato che anche questa volta come a Natale la sosta arrivi proprio quando la squadra sembra aver ricominciato a giocare: alla ripresa ci aspetta una sfida davvero difficile con Parabiago che da dopo Natale tiene una media da primato".

20/03/10 - Serie B2 Pallavolo Saronno - Volley Milano 3-1

(20-25 / 25-19 / 25-18 / 25-13)

Saronno: De Caro 3, Bagatin 16, Loparco 13, Gerbella 14, Rossi 18, Crescini 5, Giudici (L), Grisoli, De Finis, Bozza, Munk. All. Gervasoni.

Milano: GallarÓ, S. Gatti 4, Protano 2, Di Nardo, Corinto 16, Granata, Fumagalli (L), Cavalli (K) 4, Gobbi 7, Tumiati, Riposati 7, Demme 2, M. Gatti 3. All. Bonacina.

Bottino pieno. Dopo oltre un mese Saronno ritrova la vittoria da 3 punti, e succede nella settimana che ha visto il terremoto in classifica, con la retrocessione di Piacenza al quint'ultimo posto, e Gorgonzola staccarsi di altri 3 punti da Saronno. Insomma, contava vincere, ed è quello che Bagatin e compagni hanno fatto, non dopo però qualche brivido freddo nel primo set. Eppure l'inizio era stato incoraggiante, con un 6-2 iniziale che sembrava aprire una serata tranquilla. E invece Saronno cala in efficienza, Monza attacca bene e batte meglio, e dopo un passaggio sul 16-15 gli ospiti scappano sul 23-19 e chiudono a proprio favore il parziale.
La reazione di Saronno è immediata per quanto non veemente: De Caro si appoggia a Loparco e Gerbella per il cambio palla, sale l'efficienza in contrattacco, il muro prende le misure agli attacchi ospiti e dopo un black-out che porta Monza da 16-11 a 17-16 Saronno riallunga e intasca il parziale. Il terzo set è il più delicato, ma Saronno innesta il turbo a metà parziale, scappa sul 16-10 capitalizzando il muro e qualche errore di troppo degli ospiti e chiude con un discreto margine. Il break fiacca le energie di Cavalli e compagni, che nella terza frazione accusano il turno di battuta di De Caro e lasciano via libera a Saronno che ora è al quarto posto, a un solo punto da Gorgonzola, ultima avente diritto al posto playoff.

"Sono soddisfatto più che altro che abbiamo chiuso in crescendo. Non nascondiamoci: abbiamo passato un mese difficile e povero di risultati, e non potevamo fallire anche questa gara. Ho visto la squadra crescere set dopo set, aggiustare con tranquillità gli aspetti che nel primo set non avevano funzionato e chiudere meglio di come avessimo cominciato. E' un buon viatico per il periodo delicato che ci aspetta, a cominciare dalla gara di sabato prossimo alla Cupola di Olgiate, un impegno davvero delicato.

13/03/10 - Serie B2 Opem Audax Parma - Pallavolo Saronno 2-3

(25-23 / 21-25 / 25-23 / 28-30 / 14-16)

Parma: Bottioni, Canella, Gialdi, Filippi, ferrari, Frazzi, Capra (L), Merigo, Soncini, Bellaro, Incampo, Montinaro (L2). All. Imperatrice

Saronno: De Caro 4, Bagatin 37, gerbella 14, Loparco 10, Rossi 7, Crescini 1, Giudici (L), Grisoli 9, De Finis 4, Di Benedetto 1, Bozza, n.e. Munk. All. Gervasoni

Un brodino caldo. Dopo 3 sconfitte è sempre dura ritrovare confidenza sulla vittoria, ma Saronno riesce a strappare con i denti, la difesa e qualche sprazzo di bel gioco almeno a tratti due punti a Parma che se non cambiano la storia della stagione almeno rimettono in moto la classifica. E' stata una serata da saliscendi, con Saronno spesso a inseguire e Parma a difendere e rigiocare, ma sotto due a uno la squadra varesina ha saputo trovare risorse nella difesa e in Bagatin (37 punti per il capitano) e gettare il cuore oltre l'ostacolo.
Il primo set è una penitenza: Parma tocca tutto e rigioca, Saronno fatica un poco a carburare, qualche errore di troppo come ultimamente capita e i padroni di casa sono sempre avanti nel punteggio. Il secondo ribalta tutto: inizio sul filo dell'equilibrio, poi Saronno trova le misure a muro (20 alla fine dei 5 set) e qualche contrattacco con Bagatin e Rossi (prima) e Grisoli (poi) e il pareggio è in cascina. Il terzo è quello che lasci apiù rammarico: il gioco varesino non è fluido, e anzi entra pure De Finis per sostenere ricezione e difesa al posto di Crescini, eppure il 22 a 20 è di marca saronnese, ma il muro di casa azzecca un paio di scelte sul primo tempo ospite e il cambio palla saronnese si inceppa: a chiudere ci pensa poi il bravo opposto parmense Canella che in battuta al salto smazza le carte e porta i suoi in vantaggio.
Il quarto è un thriller vero e proprio, con Saronno che prova un paio di volte a scappare e mettere al riparo il punteggio e Parma che sente odore di punti pesanti e rientra sempre nel punteggio. Quando poi inizia il punto a punto dei vantaggi può succedere di tutto, che chiuda Parma, che chiuda Saronno oppure che chiuda Di Benedetto con un gran muro solitario sullo schiacciatore Ferrari.
E' il colpo del ko? sembrerebbe proprio perché nel tie break Saronno prende subito il largo e si issa fin sul 14 a 9 ma a questo punto si spegne la luce e solo dopo che Parma ha impattato arrivano il primo tempo di Gerbella e l'errore in contrattacco dei padroni di casa che consegnano la vittoria a Saronno.

"Non posso dire che abbiamo giocato benissimo, ma dopo 3 sconfitte non è facile ritrovare confidenza con il gioco, e di sicuro ho visto una squadra ben diversa da quella di sabato scorso contro Novara: abbiamo murato, non solo punto ma anche toccando i loro attacchi ben 38 volte, e abbiamo difeso 65 palloni veri, il tutto in 5 set: mi pare evidente che almeno siamo rimasti attaccati alla partita con ogni mezzo. POi certo dobbiamo ritrovare un po' di fluidità in attacco perché non ci può essere sempre un Bagatin da 37 punti a risolverci qualche situazione complicata."

Sabato prossimo sfida casalinga con Asystel Milano: "Con Parabiago considero l'Asystel l'altra mina vagante che dobbiamo affrontare da qui alal fine della stagione: continuo a pensare che valgano più della classifica che hanno, e già all'andata abbiamo ringraziato anche un pizzico di fortuna nel quarto set. Ora però noi dobbiamo solo ragionare una gara dopo l'altra, senza fare troppi pensieri in avanti: spero che potremo regalare al nostro pubblico una vittoria casalinga che manca ormai da più di un mese"

07/03/10 - Under14 F Salus Gerenzano - Pallavolo Saronno 2-3

(20-25 / 25-13 / 20-25 / 11-25 / 11-15)

Gerenzano: Angaroni, Basilico, Bombelli, Castaldo, Ceriani, Colombo; De Caro, Galli, Mondini, Pergola, Taverna, cap. Turconi.

Saronno: Pizzi, Zanella, Rossi, Scuderi, Bassani, De Giorgi, Bacci, Pinna, Maurelli, Tesolin cap, Mariani.

Il secondo incontro del Trofeo Lamanna lo disputeremo oggi  contro la squadra del Salus Gerenzano. Ancora ricordiamo la sonora sconfitta del 9 gennaio in campionato  in casa contro queste ragazze, speriamo di prenderci questa rivincita.
Il fischio d’inizio è alle 10.30, orario non così “felice” sia per le ragazze che sembrano avere i riflessi un po’ più lenti, che per la tifoseria che fatica a mettersi “in moto”!
I set è molto equilibrato, in entrambe le squadre gli errori sono tanti, soprattutto in battuta, Bassani finalmente sblocca la situazione con una serie di battute vincenti. Le avversarie ci regalano molto, chiudiamo in vantaggio 25 a 20. II set inizia con Mariani e Bacci al posto di Maurelli e Rossi, le avversarie sono più attente, sul punteggio di 7 a 14 per il Salus, Grazia manda in campo Zanella al posto di Pinna. Siamo poco concentrate, continuiamo a fare troppi errori. Si chiude il set 25 a 13 per le avversarie.
III set non parte sotto una buona stella, fatichiamo a trovare la concentrazione e le avversarie sbagliano meno. Sul 18 a 10 per il Salus entra Rossi al posto di Bacci e sul 21 a 18 per il Salus esce Pizzi ed entra Scuderi. La squadra pare riacquistare un po’ di sicurezza ma non basta per vincere questo set, chiuso 25 a 20 per le avversarie.
Parola d’ordine: arrendersi MAI! La nostra squadra vuole vincere questo set e le ragazze riescono a metterci quella energia che le porta a chiudere il set 25 a 11: con belle battute di Mariani e Tesolin, con pronte schiacciate di Rossi e Bassani, con Zanella e Scuderi pronte e attente in campo.
Ed eccoci al dunque: affrontare con grinta il V set, non perdere la concentrazione. Partiamo in equilibrio, sul 4 a 4 Grazia cambia Pizzi su Zanella, dobbiamo crederci, Mariani ottima in battuta.
Le ragazze hanno voglia di cantare il loro inno alla vittoria….il set si chiude 15 a 11 per noi.

07/03/10 - Under14 F Amatori atletica Orago - ASD Pall. Saronno 3-0

(25-18 / 25-14 / 25-15)

Orago: Bordin, Ballerio, Zantonio,Perinelli, Bosetti, Luraghi, Garbarini cap, Osella, Gallinanone, Gioco, Garribba, Della Canonica.

Saronno: Pizzi, Zanella, Rossi, Scuderi, Boffa, Bassani, Bacci, Pinna, Maurelli, Vallone, Tesolin cap, Mariani.

Oggi si conclude il girone “seconda fase” del campionato provinciale… le ragazze in questa dura fase ci hanno provato, non sempre ci hanno creduto, non sempre sono state concentrate in campo. Hanno trovato delle squadre tecnicamente più preparate, con più grinta e più motivazioni. Sicuramente giocare contro delle avversarie più forti le ha fatte crescere e per chi di loro crede nella pallavolo questa serie di sconfitte sarà un grande stimolo per impegnarsi e migliorare in allenamento e in partita con gli aiuti che la società sportiva saprà mettere a disposizione.
Quest’ultima partita contro l’Orago è stata una partita comunque ben giocata, il Saronno ha tirato fuori le unghie e ha dimostrato di avere sempre una buona ricezione, Pizzi piglia tutto raccoglie le palle più difficili, Tesolin alza a Pinna che oggi dà il meglio in attacco e anche in battuta non scherza! L’attacco rimane il nostro punto debole, c’è molto lavoro da fare, c’è molto da saltare….
All. Grazia oggi fa pochi cambi, crede nel sestetto messo in campo, fanno pochi errori, si capiscono, non si bloccano come successo in altre partite. Le nostre avversarie sono brave, ma noi non ci siamo mai arrese, abbiamo sempre cercato il gioco.

06/03/10 - Serie B2 Pallavolo Saronno - Acqua Paradiso Novara 0-3

(25-27 / 22-25 / 26-28)

Saronno: De Caro, Bagatin 5, Loparco 9, Gerbella 12, Rossi 9, Crescini 3, (Giudici), Grisoli 5, De Finis 6, Di Benedetto 5, Bozza, Munk. All. Gervasoni

Il punto più basso. Chiamato a riscattarsi dopo le due sconfitte con le prime della classe, Saronno mette in campo una prestazione horror e dice sostanzialmente addio a ogni velleità di playoff. Troppo brutta per essere vera la formazione di Gervasoni, che per tre set e nonostante una girandola di cambi fatica a difendere e murare e non trova il bandolo della matassa nonostante una ricezione su buoni livelli. Segno evidente che sono mancati i fondamentali "di intensità" a dare la svolta alla sfida con i piemontesi. Il primo set è emblematico: Saronno parte senza entusiasmare, e tuttavia conduce nel punteggio per buona parte del set fino a sciogliersi come neve al sole quando si tratta di menare i fendenti: un paio di difese non tenute, poca incisività in attacco, errori banali e Novara trova il guizzo e le motivazioni di far suo il parziale ai vantaggi.
A farci le spese è Crescini per De Finis, ma la musica non cambia nemmeno nel secondo set, con i gaudenziani sempre avanti di un punticino o due e Saronno mai davvero in grado di ricucire lo strappo. Un paio di errori in attacco nel finale di set segnano il de profundis e nel terzo Gervasoni butta nella mischia anche Grisoli e Di Benedetto per Rossi e Bagatin: è proprio l'opposto ex Vittorio Veneto a suonare la carica in avvio con una tripletta di attacchi che regalano morale e entusiasmo alla squadra, e poi ci pensa Grisoli a infilare un turno di battuta micidiale che sembra poter riaprire le ostilità. In realtà è un fuoco di paglia, perché Novara ha dalla sua la tranquillità di menare un paio di attacchi che fanno il break e per Saronno e buio pesto.

"Senza dubbio la nostra peggior prestazione stagionale - commenta coach Gervasoni - con alcuni particolari che mi lasciano molto pensare. Vero è che c'è sempre una peggior prestazione ogni anno, ma dopo Carnate non me l'aspettavo e servirà un confronto franco con la squadra: non siamo ancora tagliati fuori dagli obiettivi stagionali, e serve un immediato cambio di marcia."

05/03/10 - 3 Divisione F Pallavolo Saronno - Pallavolo Gallarate 3-0

(25-17 / 25-18 / 25-21)

Saronno: Ardig˛ C., Morandi, Begotti, Nava, Conconi, Marranzano, Giovanetti, L2 Gerevini, L1 Saccomanno, cap. Silvagni

Gallarate: cap. Bonato, Cannone, Carbonati, Cavalli, Ciprano, Cocchi, Filiberti, Gressoni, Notari, Rech, Tomasin, L1 Ferioli

Vittoria dedicata a Beltramone Silvia.
Continuano le indisposizione fisiche delle ragazze e metà delle presenti in campo non potevano dare neanche il 50% del loro valore, nonostante tutto si vince ancora. Busto deve trovare 9 punti per raggiungerci e Bergoro è out in quanto cede clamorosamente contro Arnate!!
Resta comunque il fatto di aver vinto giocando un volley distratto, non da prime di classifica, forse sono troppe le assenti e per forza di cose le prestazioni scendono, con Gallarate le nostre ragazze sono state superiori ma non hanno entusiasmato, una partita vinta prevalentemente sul servizio non può definirsi una bella partita.

1°set
Morandi regala subito una doppia ma riusciamo a prendere il servizio e Melly infila 6 ace, subito un secco 7-1, Gallarate non riesce a bloccare la nostra indiavolata palleggiatrice neanche con un time-out! Tutto facile ma non è così Ciprano, Cannone e Filiberti chiudono la prima rotazione portando il Gallarate alla pari 11-11. E’ Alberto che ferma il gioco,  14-16 time-out, lavata di capo alle nostre, rubiamo il servizio e Conconi gela le avversarie, 9 punti consecutivi grazie anche ad una ricezione disastrosa delle gallaratesi e ad una Marranzano che mura e spara pallonate imprendibili alle avversarie 25-17.

2°set
Begotti subito un attacco a rete a seguire Marta recupera il punto e porta in battuta Conconi si gioca un buon volley Gallarate ci prova ma prendiamo tutto e sotto rete comandiamo noi. Marranzano continua a picchiare duro e la prima linea avversaria è preoccupata, Silvagni da posto due la imita. Set dominato da Saronno sempre per via di una ricezione disastrosa delle avversarie e Conconi chiude il set 25-18

3°set
Gallarate parte male errore di giro, Melly al servizio crea confusione alle avversarie e con Begotti ci portiamo sul 4-0. Saccomanno non convince come libero. Giovanetti cambia con Begotti 11-8, Morandi chiede la fiducia a Giovanetti ma non funziona restiamo al palo e veniamo superati. Begotti rientra sul 12-16, abbiamo lasciato troppo alle avversarie, Giulia ricuce il distacco vuoi per una prestazione formidabile di Marranzano e di Caterina che chiude spesso in diagonale, anche Silvagni non è da meno 21-19. Gallarate non c’è più sbaglia in difesa non riesce a formare un attacco, la solita Caterina firma il set con una diagonale perfetta 25-21

Prossimo incontro con Propatria Busto rimandato a data da destinarsi, venerdì 19 partita contro Faeber Uboldo a Saronno vi aspettiamo numerosi!!!

I nostri sostenitori Vai al sito Decathlon Vai al sito Sacco SRL Vai al sito Temno Vai al sito Femar Vai al sito AIE Vai al sito Monks.it Vai al sito del Comune di Saronno Vai al sito della FIPAV Varese Vai al sito Accademia Italiana Shiatzu-do Vai al sito Transaltion.it Vai al sito Eurofed Vai al sito AZ Translation Vai al sito dpemme.it